Musica.

Mozart e Don Giovanni - itinerari settecenteschi.Il volto di Don Giovanni e quello di Mozart si sovrappongono nei quattro appuntamenti principali (uno sinfonico, uno sinfonicocorale e due cameristici) in cui si snoda il percorso musicale di MUSARTE 2006, in una continua, fascinosa alternanza di luci e tenebre, tuffi nel baratro di una materia sulfurea e repentini colpi d'ala verso cieli di bellezza apollinea e serena.

Verranno proposte in forma di concerto pagine dall'opera di Mozart e dal suo più immediato precedente, il Convitato di pietra di Gazzaniga di quello stesso 1787, così come la suite dal Don Juan di Gluck, autentico capolavoro della musica coreutica del Settecento.

Non minore attenzione sarà prestata ad altri settori del catalogo mozartiano: la musica strumentale (le Sinfonie K. 201 e 551 "Jupiter") e quella sacra (la Missa brevis "Spatzenmesse" K. 220 e il mottetto virtuosistico "Exsultate jubilate", composto a Milano da un Wolfgang adolescente).

Due appuntamenti verranno dedicati espressamente alla delibazione di pagine cameristiche del Salisburghese, ma anche di colleghi e maestri quali Haydn e Carl Philipp Emanuel Bach, a completare il panorama della civiltà musicale che ha dato vita alla versione più fortunata del mito di Don Giovanni.

Roberto Perata - direttore musicale musarte 2006.Diplomato presso il Conservatorio "Paganini" di Genova, già assistente musicale di Paolo Arcà, è maestro collaboratore presso il Teatro alla Scala, docente nell'Accademia di perfezionamento per le arti e i mestieri dello spettacolo dell'ente scaligero, il Civico Liceo Musicale di Varese e l'International Institute of Vocal Arts di New York.

Già maestro del coro degli Amici del Loggione, ha diretto numerose formazioni orchestrali nel repertorio sinfonico e operistico. I suoi Quattro pezzi newyorkesi hanno vinto il concorso New Music Delaware nel 2000.

Orchestra sinfonica Carlo CocciaFondata nel 1994, è in grado di affrontare, insieme all'omonima compagine cameristica, un ampio arco del repertorio, dal Barocco al Classicismo fino ai Romantici e al Novecento, avvalendosi della collaborazione di importanti direttori e solisti.

Ha in programma, con l'Associazione Coro Filarmonico del Teatro alla Scala, una tournée nelle principali città italiane sotto la guida di Roberto Gabbiani, direttore del Coro del Teatro alla Scala. Ha presentato numerose partiture contemporanee in prima esecuzione. Collabora stabilmente alla Stagione Lirica del Teatro Coccia di Novara.